chi vuole rispondere?

. lunedì 22 novembre 2010

Oggi si è parlato di silenzio in Bicocca. Un'ora e mezza di lezione, un'ora e mezza di parole per raccontare come il silenzio può diventare uno "strumento di comunicazione". Questo è il questionario che abbiamo proposto a tutti gli studenti. Chiunque si colleghi a questo blog e abbia voglia di farlo, in tutto o in parte, è il benvenuto. Compilate il form con le vostre risposte



Il questionario è disponibile e si può scaricare anche sul sito dell'università

1 commenti:

taciturno ha detto...

ringraziamo Valentina che ci ha inviato per mail il suo questionario che con molto piacere postiamo:
il silenzio; questionario (visionario)

il silenzio è pace:
l'astuzia della parola abita il silenzio.

morbida mi muovo tra acri ed acri di immobile a-fonia
come l'ombra che turba i miei pensieri, un desiderio costante
ma non riesco a riprodurre, il silenzio.
mi muovo nel rumore e rumorosa aspiro al silenzio,
respiro il silenzio; mentre le mie sinapsi muovono il vuoto
e l'aria colora di sabbia granello del dubbio che scintilla nella sabbia

mi immagino piangere, muta.
tra le pause del mio discorso infinito.
come una retorica ben collaudata.
come una distanza lunga un soffio, un sospiro, un respiro.
come un sogno che dura giusto il tempo di un paradosso.

prendo fiato.
e m'addormento.

e sogno il silenzio, e sogno in silenzio.

il silenzio non ha genere
è tutto intorno, è tutt'altro.
è il vuoto che si riempie
e il pieno che si svuota.
è il respiro tachicardico del mondo,
è l'ansia di vita di un bambino.
il primo vagito.
è l'urlo, il secondo prima dell'urlo,
l'attimo dopo dell'urlo,
l’urlo primordiale.
è la pietra che canta.
l'inesprimibile espresso contraddicendo nel dire il detto,

il silenzio non ha colore;
ma se me lo chiedessi
ti direi che ha il colore della neve
poi ci ripenserei
ha il colore
di un poeta cieco che dipinge la neve
ha il colore di un funambulo,
quel colore che ti si scioglie in bocca, che conservi per tutta la vita.
è un segreto ed un bacio,
all'angolo del la bocca.
un bacio segreto.
è disagio,
paura,
insofferenza,
indifferenza,
riflessione,
sono io
e poi non ci sono più.


per un esperimento sarei disposta a fare una settimana silenzio, ad ascoltare il mio silenzio, ma non credo di vivrei più di un'ora avvolta nel silenzio degli altri, fagocitata dal silenzio degli altri. impazzirei, dal troppo ascoltare. il rumore, talvolta, mi protegge. probabilmente sono io ad essere codarda.

la parola che mi terrei stretta: io. (e tu, in quanto io per te)

ultimi post

ultimi commenti

etichette

cerca nel blog

credits

per le cartoline del silenzio:
Due mani non bastano (www.duemaninonbastano.it)
Studio Camuffo (www.studiocamuffo.com)
Studio Labo (www.studiolabo.it)
Civico 13 (www.civico13.it)
Happycentro+sintetik (www.hs-studio.it)
Signaletic (www.signaletic.it)
Delineo Design (www.delineodesign.it)
Joe Velluto (www.joevelluto.it)
Elyron (www.elyron.it)